Sei senryū, quattro haiku e un tanka.

 

 

 

 

attorno al banco
del sushi bar, tante
facce da wasabi

 

è cambiato l’anno
ma non le polemiche
degli haijin

 

previsioni meteo:
picco di connessioni
per la super luna

 

si è fatta l’alba
riposando gli occhi
per un solo attimo

 

come lo afferri
già scorre in altre mani
il flusso monetario

 

sul braccio sottile
ogni giorno più pesante
il tatuaggio

Giorno della memoria.

 

Il cielo grigio
senza intenzione svela
il grigio profondo
del corvo che si libra
ignaro del mio sguardo

 

come una freccia
attraversa il cielo il primo
canto del merlo

 

stretta nel bulbo
la tenerezza dell’iris –
vento d’inverno

 

primi boccioli –
cerchi di fumo salgono
dalle sue labbra

 

come in un calice
la pioggia d’inverno cade
su questo corpo

like in a chalice
the winter rain falls
on this body

 

 

 

 

Ukiyo-e by Yōshū Chikanobu (1838-1912) Fashions of the East (Azuma), published by Fukuda Hatsujirō, depicting a woman and a child watching the cherry blossoms fall (hanami). Source: Wikimedia Commons 

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *