Qualche senryū

 

 

 

向日葵が私の心も動かした
himawari ga watashi no shin mo ugokashita

I girasoli ‒
qualcosa sta girando
anche nel mio petto

 

Pubblicato su Ulitka n.16, giugno 2017 – traduzione in giapponese a cura di Valeria Simonova Cecon

 

 

anziché l’erba
al mio vicino invidio
le sue ciliegie

 

 

come la senti
già cominci a grattarti
una zanzara

 

 

the blue sky
and a field full of flowers
this time of my life

 

 

più contagioso
dello sbadiglio c’è
solo il prurito

 

 

perfettamente
banali, le sillabe
di questo senryū

 

 

sui vecchi abiti
fioriscono le macchie
di candeggina

 

 

anche i pensieri
che passano nascono
in metrica

 

 

chissà se indossa
gli abiti da avvocato
anche per il sesso

 

 

come risolvere
un’equazione, ricordare
tutte le password

 

 

pur mettendoci
delicatezza, uccido
la zanzara

 

 

prima ancora
di chiedermi per cosa,
lui si discolpa

 

 

Ukiyo-e: Suzuki Harunobu (1724-1770), Woman Visiting the Shrine in the Night

 

 

 

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *