Haiku e senryū di fine estate.

 

 

 

tra me e il cielo
sale altissimo il canto
di un solo grillo

 

 

segno una data
sul mio diario ‒ vento
di fine estate

 

 

insegno al figlio
a strappare le erbacce ‒
brezza d’estate

 

 

proprio nel mezzo
di un lungo discorso:
stella cadente

 

 

tempesta estiva ‒
i vicini scordano
la loro lite

 

 

il suo profilo
da indovinare al buio ‒
stelle d’estate

 

 

senza esitare
mordo il dolce alle prugne ‒
giorni che vanno

 

 

gettando indietro
i capelli, allontana
una zanzara

 

 

E alcuni senryū

 

 

telegiornale:
la mia inappartenenza
a questo mondo

 

 

del caldo amo
che i parenti restino
tutti a casa

 

 

se non ho scritto
delle stelle, è perché
mi ero addormentata

 

 

lamentandosi
del traffico, partono
per le vacanze

 

 

ancora caldo:
tutte le rane in sciopero
al vecchio stagno

 

 

con il sambuco
imbottigliata pure
la primavera

 

 

 

 

Ukiyo-e by Hiroshige, Famous Places in the Eastern Capital: A Cool Summer Evening at Ryogoku Bridge, 1847-1848 circa. 

Source: Wikimedia Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *