Alcuni haiku estivi

 

 

 

soffi di vento ‒
traccia oscuri arabeschi
un pipistrello

 

 

fiori d’orchidea ‒
sfrecciano fianco a fianco
due ombrelli blu

 

 

il vuoto immobile
di un meriggio estivo…
tic tac tic tac tic tac

 

 

oltre la lenza
di un pescatore, stelle
d’inizio estate

 

 

sinfonia d’archi ‒
passano e ripassano
mille rondini

 

symphony of strings
a thousand swallows
back and forth

 

 

riva del lago ‒
divido la coperta
con la formica

 

 

cumulonembi ‒
il ronzio di una mosca
sale a spirale

 

cumulonimbus
the buzz’s fly rises
in spirals

 

 

sciolgo i capelli ‒
scende l’oscurità
sugli oleandri

 

I let my hair down
darkness falls
on the oleanders

Otata, n. 19 – Julay Issue

 

 

semi di lino ‒
si arrotola alla tenda
il vento estivo

 

summer wind
rolling around the curtains
flexseeds

 

 

solstizio estivo
in giardino una bambina
canta Hallelujah

 

summer solstice
in the garden a child
sings Hallelujah

 

 

brucio l’incenso
nella stanza in penombra ‒
solstizio estivo

 

burning incense
in the shaded room
summer solstice

 

 

dondola appena
l’ombra della magnolia ‒
sbuccio una pesca

 

peeling a peach
magnolia’s shadow
just swinging

 

 

sulla mia pelle
il nero profondo
di una zanzara

 

on my skin
the deep black
of a mosquito

 

 

con la stampella
un vecchio mi saluta ‒
vento d’estate

 

lifting his crutch
an old man greats me
summer wind

Otata, n.19 – Julay Issue

 

freschezza di un cespuglio di ortensia
solstizio estivo

 

freshness of a hydrangea bush
summer solstice

 

 

 

 

Ukiyo-e: Hashiguchi Goyō, Kamisuki (combing the hair), 1920 – In copertina: Kiyonaga, Evening on the Banks of the Sumida River.  Source: Wikimedia Commons   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *